Della bufala. Intesa come una delle belle arti

Giannone e la Taverna. La “zoccola”, il “pernacchio” e il politicamente corretto.

Posted by pocavista su 4 maggio 2015

“Ho querelato Giannone perché sui miei profili e account social non mancano le critiche, ma un insulto (“sei una zoccola” con un tweet) come quello non si può tollerare”.paola-taverna-facebook-mod

Giannone ha rivolto alla Taverna un’inaccettabile offesa, sessista e maschilista per di più, ed è da condannare senza scusanti. Punto.
Però ci si chiede perché Giannone non abbia utilizzato espressioni eleganti e politicamente corrette, secondo lo stile 5 Stelle, come “ebetina” (i 5 Stelle a Renzi), “vecchia putt…” (Grillo alla premio Nobel Montalcini), “sei in preda al punto G” (sempre Grillo a una 5 Stelle poi espulsa), “collusa” /”cornuta” (i 5 S alla Boldrini). Ma anche “assassina” (Grillo a Umberto Veronesi), “container di m… liquida” (Grillo a Giuliano Ferrara),”psiconana” (Grillo a Berlu), “salma” (Grillo a Napolitano), “brava a fare i pom…” (5 Stelle a deputate PD).
Se preso alla sprovvista, Giannone non avrebbe potuto ricorrere invece al sofisticato e pentastelluto “vaffa” o indire il simpatico sondaggio (già in uso nel blog di Grillo e rivolto alla Boldrini) “cosa faresti in un giro in macchina con la Taverna?”.grillo tiè
In alternativa, scartando il troppo dialettale “vaiassa“, già logoro per l’abuso fattone dal duo Mussolini-Carfagna, il campano Giannone non avrebbe potuto destinare un sonoro e definitivo “pernacchio partenopeo” (vedi Eduardo de Filippo, che distingue fra pernacchio “di testa” e “di petto”) alla cittadina Taverna, la quale sembra ritenere che gli insulti siano inaccettabili solo quando siano rivolti a lei, visto che non ha mai protestato per il linguaggio usato dal suo capo e dai suoi colleghi?
La querela per “pernacchio”, sia doloso che colposo, forma espressiva che elimina le premesse per saltare subito alle conclusioni, non è prevista dal codice penale. Come si vede, quel piddino sprovveduto di Giannone avrebbe potuto esprimere “correttamente” il proprio pensiero senza rischiare costose querele …

http://www.youtube.com/watch?v=bTI92AmFU8s

PS -Il termine “zoccola” di cui ha fatto uso Gerardo Giannone costituisce un’offesa per la legge? Una sentenza di un pretore di Bergamo ha assolto una donna che durante una lite aveva definito un’altra donna per due volte “zoccola”. Il pretore ha deciso che il fatto non costituisce reato.

Al contrario una recente sentenza della  Cassazione, n. 5070 depositata il 21 gennaio 2013,  ha confermato la condanna del Giudice di Pace di Messina e poi del Tribunale della stessa città, per il reato di ingiuria commesso da un medico che aveva definito “zoccola” una sua collega. E’ davvero singolare, osservava la Cassazione che un uomo che si presume di “elevata cultura”, come il medico condannato, non si renda conto della gravità del suo comportamento dando della “zoccola” a una donna.
Da cui si evince che se è una donna a definire zoccola un’altra donna, la cosa non costituisce ingiuria. Se invece lo fa un uomo “di elevata cultura” lo è.

La domanda che sorge spontanea è : la Taverna è sicura che Giannone possa essere definito “uomo di elevata cultura”? Altrimenti la querela non avrebbe senso. E se – per pura ipotesi di scuola – “zoccola” lo avesse detto la cittadina Taverna, supponiamo alla Boldrini, ciò costituirebbe ingiuria o il tribunale deve stabilire prima se la Taverna – ex-impiegata in un’azienda sanitaria e che voleva sputare a Berlusconi – è “donna di elevata cultura”?gif martello tribunale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: