Della bufala. Intesa come una delle belle arti

Ecco come funziona la macchina del fango. Il titolo afferma, l’articolo smentisce. Ovvero il giornalismo trash di Libero

Posted by pocavista su 3 febbraio 2013

Sallusti e Belpietro uniti nella lotta. Nel fango.

Si ricorderà che Sallusti – direttore de Il Giornale – ha fatto la parte del martire della libertà di stampa. La sua condanna al carcere per diffamazione per avere pubblicato il falso contro un giudice senza mai darne smentita è stata tramutata in multa. Da Napolitano. 

I giornalisti di destra hanno così ottenuto in pratica la libertà di diffamare chiunque, in cambio di una multa che pagherà l’editore (cioè la famiglia Berlusconi). In campagna elettorale poi, dal momento che i colpi bassi si sprecano e che la posta in gioco vale tantissimo, cosa volete che sia una multa di poche migliaia di euro?

Nel suo piccolo, Belpietro, direttore di Libero quotidiano, oggi dà un piccolo esempio di come funzioni questo tipo di giornalismo : sparare fango in un titolo, salvo poi smentire il titolo stesso nell’articolo.

belpietro bz

Belpietro

Tanto si sa, il popolo di destra non legge, e i pochi che leggono generalmente fermano al titolo.

Questo è quanto pubblicato su Libero il 3 febbraio 2013.

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/1175647/Trento–restituisce-un-portafoglio–e-viene-condannata-per-furto.html

Giustizia impazzita

Trento, restituisce un portafoglio e viene condannata per furto

Una donna trova un portafoglio in una sala giochi e lo porta alla polizia. Per un fatale errore parte il processo e scatta la macchia sulla fedina penale

Restituisce un portafoglio ma viene processata. E’ la strana storia di una donna che a Trento trova un portafoglio in una sala giochi e lo consegna alla polizia per restituirlo al proprietario. Condannata per furto aggravato. Così la donna si è ritrovata con la pedina fenale sporca.Tutto perché in questura la procedura di restituzione era stata ritardata per errori di indirizzo del proprietario e i vigili intanto, a cui il proprietario aveva sporto denuncia, l’avevano identificata attraverso le telecamere di sicurezza della sala giochi e la targa dell’auto come una ladra. Una ladra che aveva portato via il portafoglio, con dentro 500 euro, assegni e documenti. La donna ha chiesto successivamente di essere regolarmente processata ed è stata assolta.

Allora come può essere stata condannata per furto se è stata assolta?

La logica si sa, non è il forte del Popolo dell’Amore : ma qui l’importante per Libero è continuare a buttare fango sulla magistratura. Al massimo si rischia una piccola multa …

__

libero quotidiano 3 feb 2013

L’articolo apparso su Libero il 3febbraio 2013

_________

5 Risposte to “Ecco come funziona la macchina del fango. Il titolo afferma, l’articolo smentisce. Ovvero il giornalismo trash di Libero”

  1. SE MONTI NON DIVENTERA’ IL NUOVO PREMIER ITALIANO DARO’ LA COLPA ALLE DONNE ITALIANE!

    Mi chiamo Benedetta Rossi. Ho quasi trent’anni e ho deciso di dire quello che penso in questa campagna elettorale.

    HO PUBBLICATO UN VIDEO SU YOUTUBE. LO HANNO GIA’ VISTO MOLTE PERSONE E SPERO RIUSCIRA’ A FAR CAMBIARE LE COSE.

    Sono davvero stufa di sentire politici che parlano del mio Paese, dei miei soldi, del mio lavoro ma soprattutto del mio futuro, come fosse il giardino della loro villetta al mare.

    E credo che come me, molti altri sono davvero stufi. Soprattutto le donne, le figlie, le mamme, le amiche che hanno affidato i loro sogni ad un capitano che le ha deluse,offese, derise e le ha ridotte a essere solo delle cose, da mostrare quando è ora del divertimento, da dimenticare quando si parla di cose serie.

    Qualsiasi donna italiana ha sofferto di questo, ma siamo state zitte in attesa che i tempi cambiassero, che arrivasse il sole e ci ridasse la nostra dignità di lavoratrici, di mamme, di donne.

    Oggi apro questo blog http://www.donnexmonti.com
    per dire BASTA a tutto questo circo, per dire alle altre donne di fare qualsiasi cosa per impedire al nostro Paese di tornare a quel degrado.

    Dite la vostra, fatelo con un semplice video, non restate in silenzio. DONNE PARLATE!

    L’italia è bella, l’Italia è donna. l’Italia è nostra

  2. dicotutto said

    Quelli che non leggono solo i titoli dei giornali(purtroppo pochi..!) e quelli che li ascoltano nei loro patetici e sconclusionati interventi televisivi,hanno ben capito che i sigg.Sallusti e Belpietro sono berluscones autentici,scrivono e parlano come vuole il sig.B.

  3. giovanni said

    Sallustri; l’unica colpa in questo settennato, che mi sento di dire al Presidente Giorgio napolitano, è di aver firmato la grazia ad un individuo che, non solo non fà un minimo di ammenda, ma il carere che si meritava, sicuramente l’avrebbe fatto migliorare come persona che infanga.
    Belpietro; degno compare di Sallustri, tra intrighi è misteri, inventa storia sù di se, per migliorare posizioni personale( vedasi storiella del falso attentatore), schizza fango su tutti quelli che la pensano diveesamente da Berlusconi.
    Indubbiamente, un giornalista senza dignità alla pari del Sallustri.

    • pocavista said

      La ringrazio del commento. Le chiarisco che il direttore de Il GiORNALE si chiama Sallusti e non Sallustri. Aggiungo che non è dimostrato che sia stato Belpietro a organizzare il finto attentato, anche se molti hanno avanzato dei sospetti al riguardo. Sulla “mancanza di dignità” che lei attribuisce ai due giornalisti non mi pronuncio, ma mi limito a registrare la sua opinione. Mi limito a segnalare articoli che appaiono in palese contrasto con le norme più elementari della deontologia professionale. Un malcostume molto frequentato da Libero e da Il Giornale, come dimostrato dalle numerose condanne comminate ai direttori che si sono succeduti alla guida.
      Saluti, Pocavista

  4. Silla said

    Più che giornalisti, costoro meritano la qualifica di “cagliostri”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: