Della bufala. Intesa come una delle belle arti

Lo smutandato di Collegno. Pane al Pane, Verme al DalVerme. Ecco la copia de “Il Foglio” in cui Ferrara ammetteva di aver spiato Craxi per conto della Cia.

Posted by pocavista su 12 febbraio 2011

Giuliano Ferrara, lo smutandato di Collegno

Un tempo c’era lo smemorato di Collegno. Oggi Ferrara al Teatro Dal Verme inneggia alla mutanda e al bunga bunga. Colto da improvvisa amnesia, lo smutandato di Collegno si è dimenticato che ieri organizzava il Family Day e il movimento Prolife. E che l’altro ieri spiava Craxi (lui dice : “spiegava”) per conto e con i soldi della CIA. E che qualche tempo prima militava nel PCI, dopo aver strizzato l’occhio a Lotta Continua.

 

Alleghiamo, in formato Pdf, copia della pagina de Il Foglio del 2003 in cui Ferrara ammetteva di aver spiato Craxi per conto della CIA (clicca su FERRARA LA SPIA – POI CLICCA DI NUOVO SU “FERRARA LA SPIA” NELLA NUOVA FINESTRA E SI APRIRA’ IL DOCUMENTO IN PDF)

Caro Cavaliere, stia molto attento a “er mutanda”, al secolo Ferrara Giuliano. Si dice che porti male. Conduce gli amici sempre su terreni scivolosi : ieri per esempio ha detto che lei non è Breznev (infatti il burosauro sovietico era assai più alto e non si era fatto trapiantare i capelli) e che dovrebbe andare in TV accettando il contraddittorio. Non lo faccia, caro Presidente, ne uscirebbe maluccio.

Io non ho mai creduto che qualcuno possa portare iella, ma i fatti sembrano parlare da soli e convincerebbero anche gli ultrascettici del CICAP.

Come ricordava Travaglio ieri su Il Fatto quotidiano :

1 – Ferrara ieri era nel PCI. Il “glorioso partito di Gramsci, Togliatti, Longo e Berlinguer” ha poi fatto una fine che tanto gloriosa non è : estinto. Ai rarissimi esemplari di comunisti doc ormai è stato applicato il radiocollare per rintracciarli in fabbriche semiabbandonate e diroccate case del popolo di periferia.

2 – Ferrara poi è migrato nel PSI. Il “glorioso partito che era di Nenni e di Craxi” poi è naufragato nella Tangentopoli scoperchiata da Mani Pulite. Craxi è dovuto fuggire ad Hammamet; di Martelli se ne sono perse le tracce a Malindi e di De Michelis viene rinvenuta ogni tanto solo un po’ di forfora.

3 – Ferrara – non contento – si è accasato in seguito in Forza Italia e ha fatto il Ministro dei Rapporti con il Parlamento nel primo governo Berlusconi nel 1994. Governo colpito e affondato dopo appena sette mesi di vita. Micidiale.

4 – Ferrara infine, in occasione delle ultime elezioni, ha dato vita al Movimento Prolife – No Aborto, ottenendo un risibile risultato da prefisso telefonico.

Ferrara, nudo come un verme. Poi al "Dal Verme"

Consentitemi una riflessione a proposito di Prolife : per dare il nome al suo movi­mento, Ferrara non avrà tratto ispirazione da certe compresse che magari tiene sul comodino? Danno sollievo a me, lo da­ranno ad altri, avrà pensato il fine intellettuale.

In effetti PROLIFE viene prodotto dalla Zeta Farmaceutici in 3 forme, come capsula, pastiglia gustosa del sapore latteo o come soluzione specialmente adatta per i bambini. PROLIFE ri­stabilisce l’equilibrio della microflora intestinale impedendo così il gonfiore, i disturbi digestivi, la stitichezza.

Questo potrebbe spiegare due cose :

  1. perché Ferrara in TV appare spesso di cattivo umore e maltratta senza pietà i suoi interlocutori;
  2. che per lui, intellettuale snob, la parola “movimento” sia più affine alla peristalsi che alle opinioni.

En passant, ricordiamo che Ferrara ha sostenuto :

  • la liberazione di Adriano Sofri : che invece si è fatto tutta la galera a cui è stato condannato;
  • D’Alema per la corsa al Quirinale : viceversa poi è stato eletto Napolitano
  • Rutelli alle ultime elezioni come sindaco di Roma : invece ha poi vinto Alemanno;
  • Sarah Palin alle elezioni in America : al contrario, oggi abbiamo Obama presidente;
  • la seconda guerra di Bush all’Irak, per esportarvi la democrazia : dopo dieci anni e centiania di migliaia di morti siamo ancora “a carissimo amico”.

Quindi, caro Cavaliere cosparga la casa di sale, faccia affiggere ferri di cavallo alla porta e viaggi con un cornetto rosso king-size in tasca (utile anche in caso di un bunga bunga imprevisto) contro i mortali effluvi iellatori di Ferrara. Dal Teatro Dal Verme di Milano ci mettono un attimo per giungere in Brianza fino ad Arcore.

Devo dire che anche Lei, caro Presidente Berlusconi, in quanto a iella, non se la passa male : Lei sale al governo nel 2001 e poco dopo c’è l’attacco alle Torri Gemelle, con successiva crisi economica mondiale. Ritorna al Governo nel 2008, e subito scoppia la crisi dei mutui subprime americani, con conseguente gravissima crisi economica mondiale e l’Italia ridotta a un colabrodo.

Da italiano, ormai stufo di passare da zimbello nel mondo (quando vado all’estero mi faccio ormai passare per portoghese, popolo assai meno chiacchierato), mi permetto un suggerimento : il nostro Leader Supremo e lo smutandato di Collegno, Ferrara, perché non lasciano l’Italia (rimettendosi prima i calzoni) e, insieme allo zio di Ruby ormai fuggiasco, non fanno un bel pellegrinaggio a Lourdes?  Dicono che lì fanno i miracoli… Hai visto mai?

Una Risposta to “Lo smutandato di Collegno. Pane al Pane, Verme al DalVerme. Ecco la copia de “Il Foglio” in cui Ferrara ammetteva di aver spiato Craxi per conto della Cia.”

  1. […] https://svistasocialclub.wordpress.com/2011/02/12/prova-ferr/ […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: