Della bufala. Intesa come una delle belle arti

L’arrampicata sugli specchi. La figura penosa di Lupi, free climber del PdL, su La7

Posted by pocavista su 19 gennaio 2011

Lilli Gruber

Non avremmo voluto essere nei panni del povero Lupi nel dibattito di ieri sera dalla Gruber su Ruby & Co, su La7.

Lupi, il cattolicissimo esponente di Comunione e Liberazione e “faccia pulita” del PdL, è l’uomo delle “mission impossible” che  viene paracadutato nelle trincee televisive per difendere l’indifendibile.

Il liberaldemocratico Della Vedova, finiano, ha chiesto al piccolo e indomito Lupi : “Se la vicenda dei festini avesse visto protagonista Gianni Morandi invece che Berlusconi quante voci si sarebbero alzate nel PdL per dire che non poteva andare a Sanremo!” Quale esempio potrebbe dare un Morandi o un Morgan alle giovani generazioni? Invece dal PdL tutti a difendere il Boss.

Lupi, con la sua faccina da chierichetto invecchiato, si affanna subito a dire che i magistrati non dovevano, non potevano, non sono competenti, che non ci sono prove di reato, che i festini non c’erano e che se anche ci fossero stati si tratterebbe di questioni private. Snocciola la solita teoria del complotto delle toghe rosse, che spiega tutto e che non spiega nulla, ma che dovrebbe fugare ogni dubbio nei cittadini.

l'on.Benedetto Della Vedova

Della Vedova gli fa notare che il PDL da un lato lancia il Family Day, vota contro la regolarizzazione delle coppie di fatto, appoggia il no del Papa all’educazione sessuale nelle scuole, propone leggi per punire i clienti della prostituzione minorile. Dall’altro, ha un leader che si comporta invece in maniera “molto disinvolta” e poco cristiana, al di là degli eventuali reati che la magistratura dovrà accertare.

A questo punto Lupi comincia a perdere l’autocontrollo e ad arrossire. L’adrenalina aumenta, le vene del collo si gonfiano. Lupi, con la solita tecnica dei politici di destra addestrati dagli specialisti in comunicazione TV, cerca di non far parlare Della Vedova, cambia discorso, gli risponde che la coerenza è una cosa “personale” e che lui, Lupi, testimonia da sempre i valori cristiani : insomma anche lui, da buon cattolico, quando si tratta di salvare Berlusconi, “contestualizza”, come monsignor Fisichella con le bestemmie, e si sottrae alla domanda.

l'on.Maurizio Lupi, PdL

Poi la Gruber e Della Vedova si azzardano a chiedere a Lupi se condivide il messaggio che Berlusconi, con i suoi comportamenti, lancia al paese e in particolare ai giovani. Ovvero che se vuoi fare carriera, altro che meritocrazia di cui parla la Gelmini, qui ormai contano solo tette e culi messi a disposizione del potente, del “drago” che frequentava minorenni di cui parlava l’ex- moglie l’anno scorso Veronica Lario.

Il chierichetto a questo punto si incarta, si mette la faccia tra le mani, interrompe in continuazione Della Vedova, gli rinfaccia che anche lui è stato fatto eleggere da Berlusconi nel PdL prima di “tradire” e passare all’opposizione. Della Vedova gli risponde con calma che lui non ha venduto però a Berlusconi la sua libertà di pensiero, come invece sembrano avere fatto molti del PdL. Povero Lupi, un po’ ci fa tenerezza e un po’ fa indignare : possibile che lui sia davvero cattolico, non avrà mollato la Comunione per mantenere solo la Liberazione?

Due nostre domande a Lupi :

1 – che cosa dovrebbe ancora fare Berlusconi perché lui e gli “onesti” cattolici come lui smettessero di difenderlo sempre e comunque?

2 – ha mai sentito parlare di quel processo psicologico che è la “minimizzazione della dissonanza cognitiva”, che nella maggior parte delle persone porta a giustificare tutto e il contrario di tutto in nome della difesa dei propri valori? Se non lo conosce, si informi, ci rifletta su, poi – da buon cattolico – si vada a confessare per aver scelto e sostenuto – come l’antico popolo ebraico che voleva difendere i suoi valori religiosi tradizionali – Barabba al posto di Gesù.  Barabba non era stato anche lui – democraticamente – eletto dal popolo.?

Ci faccia sapere,

Pocavista

PS – Per la questione della dissonanza cognitiva ci permettiamo di citare un nostro post DISSONANZA COGNITIVA

 

Una Risposta to “L’arrampicata sugli specchi. La figura penosa di Lupi, free climber del PdL, su La7”

  1. […] Il liberaldemocratico Della Vedova, finiano, ha chiesto … Read more Della bufala. Intesa come una delle belle arti Post Published: 20 gennaio 2011 Author: aggregatore Found in section: Politica e […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: