Della bufala. Intesa come una delle belle arti

Incredibile : Veneziani dà del “tappo” a Berlusconi su “Il Giornale”

Posted by pocavista su 28 settembre 2010

Marcello Veneziani

Marcello Veneziani

IL LIQUAME SA DI TAPPO

Qualcuno pensa che Marcello Veneziani, da grande, si sia iscritto al club degli Ultras di Arcore e faccia continue sviolinate al Leader Supremo scrivendo editoriali ruffiani su Il Giornale? Nemmeno per sogno. Veneziani, intellettuale di destra (scusate l’ossimoro), fresco autore di un pezzo strappacore da antologia sul quindicenne di destra di ieri oggi deluso da Fini ( di cui daremo conto in un prossimo post) si azzarda perfino a dare del “tappo” al Cavaliere. Definizione poco elegante, che fa pensare subito alla bassa statura dell’alto statista. Il tappo viene perfino associato al cattivo odore : berlusco-bandana-1Berlusconi è il tappo che impedisce la fuoriuscita dei liquami della partitocrazia”.(M.Veneziani, Ecco perché il Cav non deve essere stappato, Il Giornale del 27 settembre 2010).

Se salta il tappo – prosegue Veneziani – allora verrà il bello: il centrodestra si farà in quattro, e il centrosinistra pure. Più un paio di terzini della politica che pretenderanno di giocare al centro.”

E allora sarà la “gioia dei poteri forti e dei mediatori con ricattino annesso”. La domanda sorge spontanea : ma in che paese vive Veneziani? Berlusconi, che è l’uomo più potente e ricco d’Italia, non è lui stesso “il” potere forte per eccellenza e beneficia come non mai di “questo” bipolarismo? I ricatti a Sircana, Marrazzo, Boffo e Fini e prima ancora a Di Pietro; le cricche; lo scandalo della Protezione Civile; l’Alitalia data per quattro soldi agli amici, scaricando sui cittadini tre miliardi e mezzo di debiti; il Governo che chiede aiuto a parlamentari condannati per mafia; le quaranta leggi ad personam; gli sconti fiscali scandalosi concessi alle aziende del premier; i Previti e i Dell’Utri, le bufale delle Commissioni Mitrokhin e di Telekom Serbia miseramente sgonfiatesi, i conflitti permanenti tra i poteri dello stato, non sono il frutto di questo bipolarismo malato in cui il Cavaliere pare trovarsi particolarmente a suo agio?

altan-ho-trovato-mela-sana

Altan, da L'Espresso

Lo stesso Veneziani è costretto ad ammettere “no, la fogna c’è già, eccome. Solo che con la svolta partitocratica, con il salto del tappo, la fogna non verrà più convogliata in due collettori”. Veneziani però fa finta di non accorgersi che uno dei due collettori, proprio quello in cui si sente più a suo agio, costruito su misura per il Leader Supremo e che trasporta milioni di barili di populismo, è quello che inquina maggiormente le falde freatiche che alimentano la vita del nostro Paese.

Infine Veneziani lamenta “il linciaggio verso il Giornale e Libero per aver fatto giornalismo d’inchiesta e aver pubblicato ciò che è stato poi confermato”. Da chi e da come non è dato sapere. Dal ministro di Santa Lucia, dalla foto della cucina Scavolini? Marcello, ormai sei grande, non essere così ingenuo. Anche i documenti che sputtanavano Di Pietro sembravano veri, poi Feltri ha chiesto scusa nel 97 a Di Pietro proprio dalle pagine de Il Giornale, e ha corrisposto a Di Pietro varie centinaia di milioni di vecchie lire per evitare i processi. Anche la velina che inchiodava Boffo era stata prodotta da “un testimone degno di fede” e poi Feltri ha dovuto ammettere che era falsa, scusandosi con Boffo, ormai neutralizzato dalle dimissioni. Anche i documenti della Mitrokhin e Telekom Serbia sembravano veri : peccato che Igor Marini e Scaramella, testimoni e confezionatori delle patacche, siano stati condannati per falso e il tutto sia finito in una bolla di sapone. Ah, dimenticavo : si sa, tutta la magistratura è composta da bolscevici e talebani dipietristi.

Ma intanto si continua ad applicare il vecchio principio mediatico : butta il liquame nelle pale del ventilatore, che qualche schizzo arriverà. Basta avere a disposizione qualche giornale e un bel po’ di canali TV e alle elezioni qualche frutto si raccoglie sempre

UN BRINDISI

Veneziani conclude : “se la politica è scesa così in basso, i giornali … si sono collocati alla stessa altezza. Ma se salta il tappo, brinderemo finalmente coi liquami”.liquame-collettore

Vorrei rassicurare Veneziani : non si preoccupi per gli italiani, che con i liquami – sparsi a piene mani anche dai giornali in cui lui scrive – ci brindano da anni.

Mi permetto di suggerirgli uno slogan per la prossima campagna elettorale del PdL : “Che vuoi di più dalla vita? Un liquame!”.

Tanto molti elettori del PdL, che guardano scandalizzati alla pagliuzza monegasca nell’occhio di Fini e non riescono a vedere la foresta di sequoia che prospera in quello di Berlusconi, continueranno a scegliere il collettore di liquami di maggiore portata. Gli italiani corrono sempre in aiuto del vincitore, come diceva Ennio Flaiano.

sequoia4

La concrezione rinvenuta nell'occhio del Leader Supremo

PS – L’esilarante volume di Lorenzo Raffi, “Di uomini e di animali”  è adesso disponibile

presso le Librerie Feltrinelli e on-line su http://www.lafeltrinelli.it

157846_copertina_frontcover_icon-nuova Per saperne di più clicca qui : LIBRO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: