Della bufala. Intesa come una delle belle arti

Noi, scafisti dell’astio, che non siamo saliti sulla nave.

Pubblicato da pocavista su 7 settembre 2011

 

Lo promettiamo solennemente: per un po’ lasceremo in pace Marcello Veneziani, che pare trovarsi di fronte ad una grossa crisi esistenziale. Lui si è accorto da poco di avere preso la nave sbagliata, si è illuso di poter fare una crociera piacevole che lo portasse nei luoghi sognati quando era un giovane intellettuale di destra. Lui protesta ad ogni piè sospinto la propria onestà intellettuale, della quale non dubitiamo. Dubitiamo però dei suoi riflessi, visto che a bordo della nave berlusconiana ci è rimasto quasi vent’anni.

 

Adesso (su Il Giornale del 7 settembre) se la prende con chi sulla corazzata berlusconiana non c’è mai salito. “ Dico voi oppositori a ogni livello, intellettuali inclusi. Non eravate in carcere o in esilio .. E cosa avete fatto, cosa avete prodotto in pensieri e opere? … non avete offerto concrete speranze, credibili alternative, promettenti risposte”.

 

Concordiamo con Veneziani quando afferma che in questi anni a sinistra non sono state costruite credibili alternative. Meno d’accordo quando afferma che “la gente saliva sulla nave… per sfuggire a voi, scafisti dell’astio e portuali minacciosi”. Però, sfuggendo a noi scafisti dell’astio, uno come Veneziani non rischiava il naufragio su un’isola sperduta in compagnia di Venerdì, ma approdava al sicuro porto del Consiglio di Amministrazione della RAI.

 

Non vogliamo aggiungere altre considerazioni a quello che più di un articolo, pare uno sfogo del buon Marcello: riportiamo solo il commento di un lettore al sito WEB de IL Giornale, che il 07.09.11 alle ore 12:07, scrive: 

 

Non solo inutile, ma anche moralmente schifoso accusare chi non ha sostenuto il “ventennio” berlusconiano di ignavia. Che cosa si sarebbe dovuto fare, organizzare bande armate contro l’utilizzo spudorato dei mezzi di comunicazione che hanno sfruttato l’ignoranza di metà degli elettori di Berlusconi e rimbecillito l’altra metà? Che si sarebbe dovuto fare contro gente come Veneziani che, fino al mese scorso, continuava a scrivere pro governo, mentre continuava l’attività dei bordelli pubblici e privati organizzati dal premier; poi schifato lui stesso ha cominciato ad occuparsi del sesso degli angeli e a scrivere articoli sulle mezze stagioni; e adesso accusa i “più intelligenti” che avevano capito in che mondezzaio eravamo finiti già 15 anni fa di “non aver agito”? Si potrebbe ribaltare la domanda: voi che avete sempre difeso lo schifo a spada tratta, cosa si dovrebbe fare con voi? … Ditecelo”.

 

Prima di lasciare Veneziani alle sue amarezze, nel vedere che la sua bella nave da crociera sta lentamente affondando nel triangolo delle Bermude, gli chiediamo : perché dare colpa agli altri se lui ha scelto l’imbarco sbagliato e se ne è accorto con tanto ritardo? Avremmo dovuto avvertirlo con un SMS, una mail, magari un segnale di fumo? D’altra parte Montanelli, uno che le navi aveva imparato a conoscerle, a suo tempo preferì una scomoda scialuppa ad una prestigiosa nave da crociera …

Dal suo fedele blogger velenoso e cretino, con umana solidarietà,

 

Pocavista

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: